Archivio Categoria: Corte di Giustizia UE

Il noleggio di autoveicoli provvisti di impianto di radio diffusione non integra una comunicazione al pubblico di opere coperte da diritto d’autore

Con una sentenza del 2 aprile 2020 (caso C -753/18), la CGUE si è  espressa nuovamente sulla nozione di “comunicazione al pubblico” ai sensi della normativa europea in materia di diritto d’autore (art. 3 Direttiva Infosoc). Le controversie alla base della decisione erano state instaurate da due società svedesi di gestione collettiva di diritti d’autore […]

Via libera della Corte di giustizia al doppio indennizzo per i passeggeri di due voli in ritardo

Un gruppo di passeggeri aveva acquistato un volo da Helsinki a Singapore effettuato da una compagnia aerea finlandese: il volo era stato cancellato per un problema tecnico e ne era stato offerto uno sostitutivo eseguito dal medesimo vettore. Tuttavia, anche questo aveva accumulato un notevole ritardo a causa del guasto a un servocomando del timone. […]

Il consenso all’utilizzo di cookies di terze parti: il punto della CGUE alla luce del “caso Planet49”

Con sentenza del 1° ottobre 2019, conclusiva del procedimento C‑673/17, la Grande Sezione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (di seguito, “CGUE” o “Corte”) ha precisato la portata di alcuni obblighi del titolare di un sito web, con riferimento all’acquisizione del consenso dell’interessato all’installazione di cookies sul proprio dispositivo. Il caso di specie ha visto […]

La Corte di Giustizia UE conferma che Facebook potrà essere costretta a rimuovere post diffamatori worldwide

Dopo le Conclusioni rese dall’Avvocato Generale lo scorso giugno (precedentemente commentate), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata il 3 ottobre scorso  sulla domanda pregiudiziale propostale nel procedimento Eva Glawischnig-Piesczek c. Facebook Ireland Limited (C-18/18). La vicenda riguardava la pubblicazione di un commento diffamatorio ai danni della parlamentare austriaca, che aveva ottenuto un’ordinanza […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sull’obbligo di deindicizzazione delle pagine web contenenti informazioni relative a procedimenti penali

Con sentenza del 24 settembre 2019 in causa C‑136/17, la Grande Sezione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (“CGUE”) ha precisato la portata di alcuni obblighi del gestore di un motore di ricerca, con riferimento al diritto all’oblio. Il caso di specie vedeva coinvolti quattro cittadini francesi che chiedevano la deindicizzazione dei link di alcune […]

Google/ CNIL: la Corte di Giustizia UE nega portata extraeuropea al diritto all’oblio

Con la sentenza del 24 settembre 2019 in causa C-507/17, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, interpellata in sede di rinvio pregiudiziale  dal Conseil d’État francese, ha definito l’ambito di applicazione territoriale delle norme che disciplinano il c.d. “diritto all’oblio”. Il giudice a quo era chiamato a decidere su una controversia sorta tra la Commission […]

LA CORTE DI GIUSTIZIA NEGA CITTADINANZA AL REQUISITO DEL “VALORE ARTISTICO” DELLE CREAZIONI DEL DESIGN INDUSTRIALE NEL DIRITTO ARMONIZZATO D’AUTORE

Il 12 settembre scorso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso una storica sentenza (causa C-683/17) sui requisiti per la tutela come “opere dell’ingegno” delle creazioni del design industriale. Il giudizio sorgeva da una controversia in corso in Portogallo tra le case di abbigliamento G-Star Raw CV e Cofemel – Sociedade de Vestuario SA. […]

Il gestore di un sito Internet corredato del plugin “Mi Piace” è titolare del trattamento di dati personali dei propri utenti unitamente a Facebook

Il 29 luglio 2019, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CGUE) con sentenza C-40/17 – Fashion ID GmbH & Co. KG / Verbraucherzentrale NRW eV ha affermato il principio per cui i gestori dei siti web dotati del plu-in “Mi Piace” di Facebook possono essere considerati titolari del trattamento di dati personali dei propri utenti, […]

L’opinione dell’Avvocato Generale UE: Facebook può essere costretta a rimuovere i post diffamatori worldwide

La vicenda ha avuto inizio con la pubblicazione di un commento diffamatorio ai danni di Eva Glawischnig-Piesczek, ex deputata della Camera dei Rappresentanti del Parlamento austriaco, presidente del gruppo parlamentare e portavoce nazionale dei Verdi. In particolare, il commento, consultabile da qualunque utente del social network, si riferiva all’articolo “I Verdi: a favore del mantenimento […]

La forma della scatola delle Tic Tac è un marchio valido nell’Unione Europea.

Lo scorso 6 marzo la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata sulla validità nell’Unione Europea della registrazione come marchio internazionale della forma della scatola delle caramelle Tic Tac, con deposito effettuato dalla Ferrero S.p.A. con estensione in tutti gli Stari Membri Ue per la prima volta nel 1973. La Corte ha confermato in […]