Archivio Categoria: Corte di Giustizia UE

Tabulati telefonici e intercettazioni: le ripercussioni penali della normativa privacy

Con la sentenza (emessa nella causa C-746/18), del 2 marzo 2021, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (di seguito “CGUE”) ha dichiarato che i tabulati telefonici di un indagato possono essere acquisiti dall’Autorità Giudiziaria solo dopo il vaglio o il benestare di un’autorità indipendente o di un giudice terzo e imparziale. Circostanza, questa, che non […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sulla tutela dell’aspetto di un prodotto protetto da DOP

Con una sentenza del 17 dicembre scorso (caso C‐490/19), la CGUE ha chiarito se l’abusiva imitazione della forma esteriore di un prodotto protetto da una DOP possa essere vietata in quanto pratica idonea a ingannare i consumatori sull’attribuzione al prodotto delle caratteristiche tipiche della DOP. La pronuncia è in particolare intervenuta sull’interpretazione dell’art. 13, par. […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sulla portata del diritto di comunicazione al pubblico di opere protette.

Con sentenza del 9 marzo scorso (caso C-392/19), la CGUE si è espressa sulla portata del diritto di comunicazione al pubblico di opere protette da diritto d’autore, come regolato dalla normativa europea in materia (art. 3, par. 1, Direttiva 29/2001 c.d. “Direttiva Infosoc”). La decisione della Corte è intervenuta su una controversia instaurata dalla SPK […]

La CGUE si pronuncia sulla portata della nozione di “indirizzo”, ai sensi dell’art. 8, par. 2, lett. a) della Direttiva 2004/48/CE sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.

Con sentenza pubblicata il 9 luglio scorso (causa C-264/19), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è espressa sulla portata applicativa dell’art. 8 della Direttiva 2004/48/CE. Tale norma attribuisce al soggetto che lamenta la violazione di un diritto di proprietà intellettuale il diritto di richiedere all’autorità giudiziaria competente di ordinare all’autore della violazione o ai […]

I marchi “Testarossa” di Ferrari: la CGUE si pronuncia sui fattori da tenere in considerazione nella valutazione della decadenza del marchio per non uso

Con sentenza pubblicata il 22 ottobre 2020 (cause riunite C-720/18 e C-721/18), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata sull’interpretazione dell’articolo 12, par. 1, (“Motivi di decadenza”) e dell’art. 13 (“Procedimenti alla registrazione e motivi di decadenza o di nullità soltanto per una parte dei prodotti o servizi”) della direttiva 2008/95/CE[1] in materia […]

La CGUE si pronuncia sul trasferimento dei dati di traffico e localizzazione degli utenti alle Autorità Statali per finalità di sicurezza nazionale

Con sentenza pubblicata il 6 ottobre 2020 u.s. (causa C‑623/17), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è espressa sulla legittimità della sezione 94 del Telecommunications Act, emanato dal Parlamento del Regno Unito nel 1984. Tale legge consente al Segretario di Stato di richiedere ai fornitori di servizi di comunicazione elettronica – qualora lo ritenga […]

Marchio “Messi”: ai fini della valutazione del rischio di confusione, la notorietà del soggetto registrante è idonea ad influenzare la percezione del pubblico di riferimento.

Con sentenza resa nelle cause riunite C-449/18 e 474/18 e depositata il 17 settembre 2020, la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha rigettato l’impugnazione promossa dalla società spagnola Jaime Masferrer Coma contro la sentenza del Tribunale dell’Unione Europea che aveva rigettato l’opposizione avverso la registrazione del marchio  “MESSI” registrato dal calciatore argentino per articoli e abbigliamento sportivo. […]

Facoltà degli Stati Membri di adottare indicazioni ulteriori obbligatorie sulla provenienza degli alimenti

Con sentenza del 1.10.2020 (causa C‑485/18), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata sull’interpretazione degli articoli 26, 38 e 39 del Regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. La Corte, adita dal Consiglio di Stato francese, si […]

La CGUE si pronuncia sul significato dell’espressione “usare [un marchio registrato] nel commercio”

Con sentenza pubblicata il 2 luglio u.s. (causa C-684/19), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (di seguito, “CGUE” o “Corte”) si è espressa sulla portata dell’espressione “usare nel commercio” contenuta nell’art. 5, par. 1, Direttiva 2008/95/CE e, oggi, prevista dall’art. 10, Direttiva (UE) 2015/2436. Come noto, la norma in esame prevede che “[i]l marchio di […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sulla proteggibilità di un prodotto dotato di forma funzionale ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Con una sentenza dell’11 giugno scorso (caso C -833/18), la CGUE si è espressa in merito alla tutelabilità – ai sensi della normativa europea in materia di diritto d’autore – di prodotti connotati da una particolare forma funzionale. La controversia  tra la società britannica Brompton Bicycle Ltd e la società coreana Get2Get verteva in particolare sulla presunta contraffazione del […]