Archivio Categoria: direttiva 2000/31

La Corte di Giustizia UE conferma che Facebook potrà essere costretta a rimuovere post diffamatori worldwide

Dopo le Conclusioni rese dall’Avvocato Generale lo scorso giugno (precedentemente commentate), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata il 3 ottobre scorso  sulla domanda pregiudiziale propostale nel procedimento Eva Glawischnig-Piesczek c. Facebook Ireland Limited (C-18/18). La vicenda riguardava la pubblicazione di un commento diffamatorio ai danni della parlamentare austriaca, che aveva ottenuto un’ordinanza […]

Il Tribunale di Milano ordina ai fornitori di servizi di connettività di inibire l’accesso a siti di pirateria online.

Il Tribunale di Milano, con quattro provvedimenti cautelari (ord. 28 marzo 2019, 2 maggio 2019, 21 e 22 maggio 2019), è tornato a pronunciarsi sulla pirateria online e sul ruolo dei fornitori di servizi di accesso ad Internet, i c.d. Internet Service Provider (“ISP”) di mere conduit, come definiti dall’art. 12 della Direttiva 2000/31/CE, Direttiva “E-Commerce” (Semplice trasporto (“mere […]

L’opinione dell’Avvocato Generale UE: Facebook può essere costretta a rimuovere i post diffamatori worldwide

La vicenda ha avuto inizio con la pubblicazione di un commento diffamatorio ai danni di Eva Glawischnig-Piesczek, ex deputata della Camera dei Rappresentanti del Parlamento austriaco, presidente del gruppo parlamentare e portavoce nazionale dei Verdi. In particolare, il commento, consultabile da qualunque utente del social network, si riferiva all’articolo “I Verdi: a favore del mantenimento […]