Archivio Categoria: diritto alla riservatezza

Il Garante si pronuncia in merito alla pubblicazione da parte di testate giornalistiche di immagini di persone riprese in stato di costrizione fisica

La vicenda nasce dalla pubblicazione da parte di diverse testate giornalistiche di immagini ritraenti soggetti sospettati di omicidio, in concomitanza dell’arresto, con le manette ai polsi (celate tramite pixellatura) e con al loro fianco gli operatori delle forze dell’ordine. La pubblicazione di questa tipologia di immagini può comportare la violazione delle seguenti disposizioni: L’art. 114 […]

La Corte di Cassazione esclude la violazione dell’art. 4 l. 300/70 quando la videosorveglianza sia strettamente funzionale alla tutela del patrimonio aziendale

Con la. sentenza n. 3255/21 la Sezione III della Suprema Corte si pronuncia in materia di videosorveglianza dei dipendenti. Il caso ha origine dalla condotta del titolare di una ditta esercente attività di commercio al dettaglio, il quale aveva installato impianti video all’interno dell’azienda per il controllo a distanza dei dipendenti, senza aver richiesto l’accordo […]

Pubblicazione di immagini e video online e tutela della privacy: i consigli del Garante per la protezione dei dati personali

Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato un vademecum intitolato “Consigli per tutelare la tua privacy se metti immagini online”, invitando a prestare attenzione quando si pubblicano immagini o video online e suggerendo alcuni accorgimenti per la tutela della privacy. La pubblicazione  si inserisce nella strategia  per l’educazione digitale, soprattutto dei più giovani, in […]

È risarcibile il danno patrimoniale da violazione del diritto all’immagine anche qualora il danneggiato abbia negato ogni consenso allo sfruttamento economico della propria immagine

Con sentenza n. 1875 del 2019, la Corte di Cassazione ha condannato la casa editrice responsabile di avere pubblicato senza consenso alcune fotografie di un noto personaggio dello spettacolo in compagnia della partner di allora nel giardino della sua villa. La Corte ha parzialmente cassato quanto deciso in Appello: il giudice di secondo grado, infatti, […]