Archivio Categoria: Diritto d’autore

La riproduzione digitale di un tatuaggio all’interno di un videogioco viola i diritti d’autore del tatuatore

La decisione statunitense in esame verte sulla rappresentazione digitale di cinque tatuaggi del lottatore professionista e campione in carica della WWE, Randy Orton, nella serie di videogiochi di wrestling professionale “WWE 2K”. La causa vedeva contrapposti la tatuatrice Catherine Alexander, detentrice del copyright sui tatuaggi, e l’azienda sviluppatrice della serie di videogiochi “WWE 2K” (Take Two Interactive […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sulla proteggibilità di un prodotto dotato di forma funzionale ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Con una sentenza dell’11 giugno scorso (caso C -833/18), la CGUE si è espressa in merito alla tutelabilità – ai sensi della normativa europea in materia di diritto d’autore – di prodotti connotati da una particolare forma funzionale. La controversia  tra la società britannica Brompton Bicycle Ltd e la società coreana Get2Get verteva in particolare sulla presunta contraffazione del […]

Kiko vs. Wjcon: la protezione del lay-out dei retail store tramite copyright

In data 30 aprile u.s., la Corte di Cassazione ha posto fine – per quanto riguarda la questione della tutelabilità del lay-out di un retail store come opera dell’architettura ex art. 2, n. 5 l.d.a. – alla controversia che, a partire dal 2013, ha interessato due famosi brand di prodotti cosmetici e di profumeria: Kiko […]

Il Tribunale di Milano qualifica il lupo di Daniel Cox come opera fotografica protetta ai sensi del diritto d’autore

Il Tribunale di Milano, con sentenza n. 2539/2020 del 23 aprile scorso, è intervenuto su un caso riguardante la qualificazione di un’immagine fotografica come “semplice fotografia” ovvero come “opera fotografica” ex art. 2, n. 7, l. 633/1941: la distinzione è rilevante perché solo le ultime accedono alla tutela autoscale piena, mentre il diritto esclusivo sulle fotografie è […]

Il noleggio di autoveicoli provvisti di impianto di radio diffusione non integra una comunicazione al pubblico di opere coperte da diritto d’autore

Con una sentenza del 2 aprile 2020 (caso C -753/18), la CGUE si è  espressa nuovamente sulla nozione di “comunicazione al pubblico” ai sensi della normativa europea in materia di diritto d’autore (art. 3 Direttiva Infosoc). Le controversie alla base della decisione erano state instaurate da due società svedesi di gestione collettiva di diritti d’autore […]

Una norma nazionale che vieti ai gestori di motori di ricerca di mettere a disposizione del pubblico prodotti editoriali o parti di essi deve essere notificata alla Commissione ai sensi della Dir. 98/34 che prevede una procedura d’informazione nel settore delle norme e delle regolamentazioni tecniche

La vicenda prende le mosse da una società tedesca (“VG Media”) che si occupa di gestire i diritti d’autore e diritti connessi di reti televisive e stazioni radiofoniche e i diritti su offerte editoriali digitali. VG Media presentava ricorso al Landgericht di Berlino, chiedendo la condanna di Google al risarcimento dei danni per aver violato […]

LA FERRARI 250 GTO E’ OPERA D’ARTE TUTELATA DAL DIRITTO D’AUTORE

Con una decisione del 20 giugno scorso resa in sede di reclamo cautelare, il Tribunale di Bologna ha qualificato come opera d’arte la storica Ferrari 250 GTO riconoscendole tutela ai sensi dell’art. 2 n. 10 L.d.a. La decisione è stata emessa a seguito di una controversia sorta dalla presunta violazione dei diritti d’autore sul modello […]

LA CORTE DI GIUSTIZIA NEGA CITTADINANZA AL REQUISITO DEL “VALORE ARTISTICO” DELLE CREAZIONI DEL DESIGN INDUSTRIALE NEL DIRITTO ARMONIZZATO D’AUTORE

Il 12 settembre scorso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso una storica sentenza (causa C-683/17) sui requisiti per la tutela come “opere dell’ingegno” delle creazioni del design industriale. Il giudizio sorgeva da una controversia in corso in Portogallo tra le case di abbigliamento G-Star Raw CV e Cofemel – Sociedade de Vestuario SA. […]

Il Tribunale di Milano ordina ai fornitori di servizi di connettività di inibire l’accesso a siti di pirateria online.

Il Tribunale di Milano, con quattro provvedimenti cautelari (ord. 28 marzo 2019, 2 maggio 2019, 21 e 22 maggio 2019), è tornato a pronunciarsi sulla pirateria online e sul ruolo dei fornitori di servizi di accesso ad Internet, i c.d. Internet Service Provider (“ISP”) di mere conduit, come definiti dall’art. 12 della Direttiva 2000/31/CE, Direttiva “E-Commerce” (Semplice trasporto (“mere […]