Archivio Categoria: rinvio pregiudiziale

I marchi “Testarossa” di Ferrari: la CGUE si pronuncia sui fattori da tenere in considerazione nella valutazione della decadenza del marchio per non uso

Con sentenza pubblicata il 22 ottobre 2020 (cause riunite C-720/18 e C-721/18), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata sull’interpretazione dell’articolo 12, par. 1, (“Motivi di decadenza”) e dell’art. 13 (“Procedimenti alla registrazione e motivi di decadenza o di nullità soltanto per una parte dei prodotti o servizi”) della direttiva 2008/95/CE[1] in materia […]

Via libera della Corte di giustizia al doppio indennizzo per i passeggeri di due voli in ritardo

Un gruppo di passeggeri aveva acquistato un volo da Helsinki a Singapore effettuato da una compagnia aerea finlandese: il volo era stato cancellato per un problema tecnico e ne era stato offerto uno sostitutivo eseguito dal medesimo vettore. Tuttavia, anche questo aveva accumulato un notevole ritardo a causa del guasto a un servocomando del timone. […]

Il consenso all’utilizzo di cookies di terze parti: il punto della CGUE alla luce del “caso Planet49”

Con sentenza del 1° ottobre 2019, conclusiva del procedimento C‑673/17, la Grande Sezione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (di seguito, “CGUE” o “Corte”) ha precisato la portata di alcuni obblighi del titolare di un sito web, con riferimento all’acquisizione del consenso dell’interessato all’installazione di cookies sul proprio dispositivo. Il caso di specie ha visto […]

La Corte di Giustizia UE conferma che Facebook potrà essere costretta a rimuovere post diffamatori worldwide

Dopo le Conclusioni rese dall’Avvocato Generale lo scorso giugno (precedentemente commentate), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata il 3 ottobre scorso  sulla domanda pregiudiziale propostale nel procedimento Eva Glawischnig-Piesczek c. Facebook Ireland Limited (C-18/18). La vicenda riguardava la pubblicazione di un commento diffamatorio ai danni della parlamentare austriaca, che aveva ottenuto un’ordinanza […]

La Corte di Giustizia si pronuncia sull’obbligo di deindicizzazione delle pagine web contenenti informazioni relative a procedimenti penali

Con sentenza del 24 settembre 2019 in causa C‑136/17, la Grande Sezione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (“CGUE”) ha precisato la portata di alcuni obblighi del gestore di un motore di ricerca, con riferimento al diritto all’oblio. Il caso di specie vedeva coinvolti quattro cittadini francesi che chiedevano la deindicizzazione dei link di alcune […]

Google/ CNIL: la Corte di Giustizia UE nega portata extraeuropea al diritto all’oblio

Con la sentenza del 24 settembre 2019 in causa C-507/17, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, interpellata in sede di rinvio pregiudiziale  dal Conseil d’État francese, ha definito l’ambito di applicazione territoriale delle norme che disciplinano il c.d. “diritto all’oblio”. Il giudice a quo era chiamato a decidere su una controversia sorta tra la Commission […]

Una norma nazionale che vieti ai gestori di motori di ricerca di mettere a disposizione del pubblico prodotti editoriali o parti di essi deve essere notificata alla Commissione ai sensi della Dir. 98/34 che prevede una procedura d’informazione nel settore delle norme e delle regolamentazioni tecniche

La vicenda prende le mosse da una società tedesca (“VG Media”) che si occupa di gestire i diritti d’autore e diritti connessi di reti televisive e stazioni radiofoniche e i diritti su offerte editoriali digitali. VG Media presentava ricorso al Landgericht di Berlino, chiedendo la condanna di Google al risarcimento dei danni per aver violato […]

LA CORTE DI GIUSTIZIA NEGA CITTADINANZA AL REQUISITO DEL “VALORE ARTISTICO” DELLE CREAZIONI DEL DESIGN INDUSTRIALE NEL DIRITTO ARMONIZZATO D’AUTORE

Il 12 settembre scorso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso una storica sentenza (causa C-683/17) sui requisiti per la tutela come “opere dell’ingegno” delle creazioni del design industriale. Il giudizio sorgeva da una controversia in corso in Portogallo tra le case di abbigliamento G-Star Raw CV e Cofemel – Sociedade de Vestuario SA. […]