Influencer marketing: la campagna Nivea “100% beauty routine challenge” bocciata dal Comitato di Controllo IAP perchè occulta

Con l’Ingiunzione n. 45/19, il Comitato di Controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria ha ritenuto che diverse comunicazioni commerciali di Nivea Italia, diffuse attraverso stories Instagram pubblicate da influencer influencer, fossero manifestamente contrarie all’art. 7 – Identificazione della comunicazione commerciale  del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. In particolare, le stories promuovevano la c.d. “100% beauty routine challenge”, una sfida che invitava a completare la propria “beauty routine” in 100 secondi e passare la sfida ad un’altro utente, così da far divenire il contenuto virale secondo il meccanismo delle “challenges” diffuse sui social network.

Il Comitato ha valutato tali messaggi in contrasto con le norme del Regolamento “Digital Chart”, espressamente richiamato nel Codice: infatti si tratta di “comunicazioni che veicolano un contenuto eminentemente promozionale dei prodotti e del brand indicato, il quale non risulta però sufficientemente esplicito e dunque immediatamente riconoscibile come tale dal pubblico”. Tale Regolamento indica gli accorgimenti da adottare affinché risulti soddisfatto il requisito della riconoscibilità dei contenuti promozionali come tali. Nel caso di specie, al contrario, il Comitato ha ritenuto che il solo rimando alla pagina dell’azienda @niveaitalia e l’utilizzo degli hashtag #NIVEA, #NIVEADeoBeautyElixir e #100beautyroutinechallenge non fossero sufficienti a rendere “inequivocabile l’identificazione del contenuto come frutto di un accordo di natura commerciale” tra l’influencer e l’inserzionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *