ISCRIZIONE AL REGISTRO SPECIALE DEI MARCHI STORICI DI INTERESSE NAZIONALE

Il Decreto-Legge 30 aprile 2019, n. 34 (recante le “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi” (c.d. Decreto Crescita) ha previsto l’introduzione della nozione di marchio storico di interesse nazionale(con l’inserimento dell’art. 11-ter nel Codice della proprietà industriale), e la creazione, presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi (UIBM), di un “registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale” (con l’inserimento dell’art. 185 bis nel CPI).
Su istanza del titolare o del licenziatario esclusivo del marchio, possono essere registrati “i marchi di impresa registrati da almeno 50 anni o per i quali sia possibile dimostrare l’uso continuativo da almeno 50 anni utilizzati per la commercializzazione di prodotti o servizi realizzati in un’impresa produttiva nazionale di eccellenza storicamente collegata al territorio nazionale“.
Il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27 febbraio 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 7 aprile 2020 – ad integrazione di quanto previsto con decreto del 10 gennaio 2020 – ha disciplinato le modalità di presentazione dell’istanza d’iscrizione (e la relativa documentazione da allegare) e la procedura di esame delle istanze.
È possibile presentare la domanda telematicamente (sul portale dell’UIBM https://servizionline.uibm.gov.it) a decorrere dal 16 aprile 2020.
Con l’iscrizione al registro speciale si acquisisce la facoltà di utilizzare, per finalità commerciali e promozionali, il logo «Marchio storico di interesse nazionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *