Le Linee Guida dello IAP per la pubblicità dei giochi con vincita in denaro

Recentemente l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria ha varato il documento denominato “Linee di indirizzo per la comunicazione commerciale dei giochi con vincita in denaro”, contenente alcune indicazioni per la pubblicità dei giochi con vincita in denaro, elaborata alla luce del generale divieto di “incitare o esaltare la pratica del gioco”, sancito dal cd. Decreto Balduzzi (D.L. n. 158/2012), nonché delle indicazioni provenienti dalla recente giurisprudenza del Giurì nel settore del ‘gaming and betting’.

Il documento è stato, infatti, emanato al fine di chiarire la portata dell’art. 28 ter, già presente nel Codice di autodisciplina in tema di giochi con vincita in denaro, nonché fornire una sua interpretazione volta a guidare gli operatori del settore.

Le linee guida sono state, pertanto, formulate con il dichiarato obiettivo di promuovere forme di gioco sicuro, legale e responsabile, offrendo una comunicazione commerciale ispirata a criteri di misura, correttezza e responsabilità, con particolare riferimento al pubblico dei minori, che non devono in alcun modo essere destinatari di questo tipo di comunicazione commerciale né essere pregiudicati dalla stessa.

In particolare, si segnala il paragrafo 5.2 delle Linee guida, relativo alla ‘Presentazione dei giochi con vincita in denaro’, ove l’Autodisciplina sancisce espressamente il divieto di adottare una comunicazione commerciale tale da “sfruttare la passione sportiva per indurre a ritenere che chi ama lo sport non possa non giocare e assimilare l’abilità sportiva all’abilità nel gioco (cfr. art. 2)”; “indurre a ritenere che l’esperienza, la competenza o l’abilità del giocatore permetta di ridurre o eliminare l’incertezza della vincita o consenta di vincere sistematicamente (cfr. 6)”; “indurre a ritenere che il gioco contribuisca ad accrescere la propria autostima, considerazione sociale e successo interpersonale (cfr. 9)”; “rappresentare l’astensione dal gioco come un valore negativo (cfr. 10)”.

Il testo integrale del provvedimento è disponibile qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *