AGCOM: approvato il regolamento sull’equo compenso per le pubblicazioni giornalistiche in rete

Con il comunicato stampa del 19 gennaio scorso (consultabile al presente link) AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) ha annunciato l’avvenuta approvazione del regolamento in materia di equo compenso per le pubblicazioni giornalistiche in rete.

Il regolamento, previsto ai sensi dell’art. 43-bis della Legge sul diritto d’Autore, tra le novità della riforma della materia operata in recepimento della direttiva UE “Mercato Unico Digitale” (Dir. UE 2019/790), stabilisce le modalità di calcolo del compenso dovuto agli editori per gli articoli pubblicati da parte delle piattaforme online.

La misura del compenso – definito “equo” – è legata agli introiti pubblicitari ottenuti dalle piattaforme grazie ai contenuti (con un limite: gli editori non potranno ricevere più del 70% dei ricavi pubblicitari delle piattaforme).

Il regolamento prevede inoltre quattro criteri cumulativi per la valutazione del nuovo compenso in favore degli editori, il primo dei quali consiste nel numero di consultazioni online delle pubblicazioni.

Ai sensi dell’art. 43-bis L.d.A., se le parti non giungono ad un accordo sull’ammontare del compenso entro 30 giorni dall’inizio delle trattative, possono rivolgersi ad AGCOM perché lo determini. Resta fermo in ogni caso il diritto di adire l’Autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *