L’AGCM torna a pronunciarsi sul sistema di etichettatura NutriScore

L’AGCM è tornata a pronunciarsi sul sistema NutriScore, costituito da un’etichetta a cinque colori volta a fornire un’indicazione rapida del valore nutrizionale di alimenti e bevande, già oggetto di precedenti, recenti decisioni (si veda qui la news pubblicata il 24 agosto u.s.).

Con la decisione n. 30242, pubblicata sul Bollettino AGCM del 12 settembre (disponibile qui), l’AGCM ha inflitto alla società francese Régime Dukan Société par actions simplifiée una multa di 30.000 euro.

Nel corso del procedimento, la società ha sostenendo che la propria condotta fosse conforme alle linee guida emanate dal Ministero della Salute francese, senza presentare alcuna proposta di impegno, che avrebbe potuto portare ad una conclusione diversa della questione.

Nello scorso mese di luglio, infatti, l’Autorità, valutando l’uso dell’etichetta NutriScore da parte di altri soggetti, in tre distinti procedimenti, aveva ritenuto idonei gli impegni assunti dalle aziende, che si articolavano in una serie di iniziative di carattere informativo (come locandine, siti internet e QRcode).

L’AGCM – mantenendo la posizione assunta con le decisioni precedenti citate – ha ribadito che l’etichetta Nutri-Score inganna i consumatori in quanto non fornisce informazioni corrette, non è supportata da basi scientifiche affidabili e fornisce una valutazione sulla salubrità di un prodotto alimentare senza considerare la dieta complessiva dell’individuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *