Tribunale di Milano: contraffazione di marchi tridimensionali

Nel dicembre 2021, la Sezione Impresa del Tribunale di Milano si è pronunciata in un caso di contraffazione di marchi tridimensionali nel settore della pelletteria. Gli attori, titolari dei diritti esclusivi di marchio sulla borsa femminile Le Pliage, della maison parigina Longchamp, hanno adito il Tribunale meneghino affermando la contraffazione dei propri marchi, il compimento di atti di concorrenza sleale e la violazione del diritto d’autore.

La Corte, esaminando la domanda fondata sul diritto d’autore, non ha ritenuto “applicabile al modello di borsa in questione la tutela autorale di cui all’art.2, comma I, n.10 L.A. relativa alle opere dell’industrial design, posto che non appare concretamente individuabile nel caso di specie l’effettiva sussistenza del carattere artistico necessario perché dette forme possano godere di tale specifica tutela”.

Il Tribunale ha accolto le altre domande di Longchamp – inibendo la produzione, commercializzazione e pubblicità dei beni contraffatti, ordinandone il ritiro definitivo dal commercio – ritenendo il modello di parte convenuta una riproduzione pedissequa dell’originale, anche nei particolari suscettibili di determinare profili di distintività dell’aspetto del prodotto, tutelabili sotto il profilo concorrenziale.

Si veda il confronto fotografico tra l’originale (a sinistra) e la contraffazione, tratto dalla sentenza: